La maschilista ero io - Write Up Site. L'editoria a portata di mano

SEARCH
Vai ai contenuti

Menu principale:

La maschilista ero io

Compra la versione paperback....
 
 
oppure quella ebook...
 
 
Una maternità inaspettata, un matrimonio fallimentare, 
e finire sempre per avere intorno un uomo...
 
 
 
Bea è una donna vulcanica e piena di energia: avvenimenti che sconfiggerebbero chiunque stranamente le donano la forza e la grinta per liberarsi,
e per rispondere ad un unico, grande imperativo: essere se stessa.
La sua storia si complica, perché non è solo un'eroina che attraversa la propria vita peripezia dopo peripezia, vittima di un destino avverso, ma è anche una sognatrice: una che progetta, che immagina e desidera per se stessa un futuro da... scrittrice.
E' così che l'autrice descrive la sua protagonista:
 
 
"Beatrice è una donna ambiziosa, con un sogno: fare la scrittrice, ma spesso viene spinta in basso dai suoi amanti che non sopportano lei possa essere meglio di loro o avere maggior successo. Si rende complice delle umiliazioni che le vengono inferte e cerca a modo suo di ribellarsi, attraverso il sesso, ma anche con una profonda autocritica che la tormenterà per tutta la sua esistenza".
 
 
Scorrendo le pagine ironiche e accattivanti che raccontano di Bea, si può esprimere un giudizio sulla protagonista? Ovviamente no: Bea ama, vive, lavora, cresce un figlio, divorzia, frequenta gli uomini che le piacciono, soffre, ride, sogna, fa tutto quello che fa una donna libera. Solo che lo fa con sofferenza, tormentata dai sensi di colpa, pervasa dalla convinzione che esclusivamente accanto ad un uomo troverà la felicità. Bea avrà il coraggio di percorrere i propri sogni fino in fondo, sogni molto ambiziosi e molto intellettuali, peraltro; pronuncerà per l’ennesima volta il suo sì alla vita; raggiungerà la a consapevolezza di vivere ingabbiata in rigidi schemi che mette lei per prima a se stessa. Crescerà, e sarà la donna che avrà sempre sognato di essere. E sarà allora che il particolare trascurato, quello di un rapporto concluso e mai chiarito, rivelerà il portato tragico.
 
 
 
 
Un romanzo inaspettato, con un finale che non potrà lasciare indifferenti.
 
Lasciamoci guidare dall'autrice...
Sara Giangreco, molto attiva sui social, da tempo conduce le proprie riflessioni sulla donna e la vita contemporanea nel suo seguitissimo blog Nowaytobeme.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu