I dodici di Blok - Write Up Site. L'editoria a portata di mano

SEARCH
Vai ai contenuti

Menu principale:

I dodici di Blok

a cura di Andrej Chichkine, G. Giuliano
I dodici di Blok.
Per il centenario della composizione del poema (1918-2018)

ISBN 978-88-85629-41-7 paperback
pagg. 24
euro 5,00

Disegni originali di G.A.V. Traugot
Con una introduzione di Vadim Polonskij
Tutti i brani, tranne l’ultima poesia di Zinaida Gippius, sono stati tradotti dal russo dagli studenti di Laurea Magistrale
in Lingue e Letteratura Moderne dell’Università di Salerno:
Giusy Cianciulli
Francesca De Stefano
Mara Folliero
Luca Angelo Lauri
Maria Siano
Francesco Verino
"L’apparizione del poema, di cui si festeggia quest’anno il centenario, sconvolse i lettori, per la letteratura russa risuonava come una sfida minacciosa, proporzionata al teutonico atto distruttivo della rivoluzione. Alcuni rimasero offesi e indignati. Altri entusiasti e inebriati. Ma quasi tutti ne furono impressionati.
L’inaudito sinfonismo di eventi storici mai visti prima qui aveva assunto
la sua forma congeniale: una dissonanza simile a un mosaico, un insieme di suoni di strada, di gergo carcerario, ritornelli e imprecazioni fatti di marchi politici, propaganda, discorsi ufficiali di pubblici congressi e aforismi sacrileghi, e tutto questo modulato, in fin dei conti, in un lirismo serafico e alato, in note sacrali.
Questo poema costituisce la summa della particolare estetica conosciuta
come “testo pietroburghese” della letteratura russa. L’autore mette a nudo uno dei suoi più importanti meccanismi, rodato magistralmente da Dostoevskij quando aveva innalzato l’humus dei giornali quotidiani e la cronaca criminale ad alto mistero dello Spirito umano".

dall’introduzione di Vadim Polonskij

Molte le manifestazioni indette per l'importante ricorrenza.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu